Per raggiungere nuovi obiettivi, devi fare cose che non hai mai fatto o comunque uscire dalla tua area di comfort. Io se c’è una cosa che non amo fare è realizzare che il mio notebook è obsoleto. Notebook o tablet, questo è il quesito di oggi. Optare per una scelta piuttosto che per un’altra; unicamente per me oppure una soluzione versatile anche all’utilizzo dei bambini e della loro praticità?

Notebook o Tablet, questo è il dilemma!

Il mio notebook mi sta lasciando, per ovvie ragioni non posso restare senza e sopratutto, voglio scegliere con attenzione il mio nuovo compagno di viaggio, voglio partire quindi con un analisi su me stessa. Credo nello smart working e questo viene abilitato indubbiamente non solo da un mindset agile ma bensì anche e soprattutto dall’utilizzo e dalla scelta dei corretti strumenti tecnologici.

 

Lo Smart Working è un nuovo approccio al nostro modo di lavorare e collaborare all’interno di una organizzazione e non solo

 

Potremmo stare giorni a parlare dello smart working e di come sia o meno posizionato nelle aziende Italiane, ma, non è questo il momento. Teniamo presente però che lo smartworking segue minimo queste 3 caratteristiche:

  • la revisione della leadership e del rapporto tra manager e dipendente (da controllo a fiducia);
  • il ricorso a tecnologie collaborative in sostituzione ai sistemi di comunicazione rigidi;
  • la riorganizzazione del layout e degli spazi di lavoro che vanno oltre le 4 mura di un ufficio.

Detto questo, al centro di tutto c’è l’essere umano, c’è la persona e per questo mi sono soffermata a capire meglio come posso performare meglio grazie ad un nuovo compagno di viaggio. Questo perchè la digital transformation sta galoppando e, non possiamo esimerci dal restare al passo con i tempi.

Analizziamo insieme la mia situazione attuale:

Laura & la quotidianità: mamma, impiegata, networker, writer

età: quasi 40 anni

residenza: nord italia (sembra un paramentro fuori luogo ma non lo è … scoprirai in seguito)

Stile di vita: una mamma con la mente che frulla, un sacco di cose da fare “sempre”, 1 smartphone, 1 notebook, 1 tablet, 1 smart watch e … un’accattivante vita offline che si intrinseca bene con l’attività di networker e writer. (ti parlo di strumenti unicamente personali e non aziendali)

 

Dalla flessibilità d’uso alla componente estetica, dalle capacità multimediali alla potenza di calcolo. Il computer mobile oggi non può sottrarsi a nessuna di queste qualità e deve coniugare usabilità e prestazioni.

Come ogni donna tendo ad organizzare al meglio la mia giornata, il vero supporto lo trovo nel mio mindset analitico e nello smartphone.

Quando devo invece accingermi a scrivere, a lavorare, a fare qualcosa di costruttivo ho la necessità di avere un notebook veloce, performante e leggero da poter utilizzare velocemente, queste sono infatti le caratteristiche base che deve soddisfare il mio notebook. Quando invece devo verificare le attività dei miei figli, piuttosto che leggere qualcosa opto per il tablet.

 

Questo è in sintesi il mio stile di vita che, detta scelte ben definite ma non è detto siano quelle corrette o per lo meno non è detto io non possa valutare il cambio dei miei strumenti al fine di lavorare in un modo più adeguato.

 

Noteboo o Tablet: quando scegliere l’uno piuttosto che l’altro

  • PER LAVORARE mi sento di optare e consigliare un notebook, l’hardware sicuramente supporta meglio ogni tipo di programma, ha una tastiera che ti permette di essere più veloce ed uno schermo che ti permette di avere subito la situazione sotto controllo; da tenere sicuramente presente che un Notebook ha un costo più elevado rispetto ad un tablet, questo indipendentemente dal brand che andiamo a scegliere.

 

  • PER CREARE in questa fase credo si possa optare per entrambe le opzioni. Secondo la mia epserienza, se devo utilizzare programmi di grafica e quindi software professionali non via web, prediligo sicuramente il notebook perchè i dettagli di ogni singola immagine sono più precisi e la vista non mi si stanca tantissimo; se però sono in mobilità e devo catturare un’istante oppure abbozzare qualcosa, la versatilità di un tablet tascabile non ha prezzo. Ovvio è che, se devo sviluppare poi il lavoro lo trasferisco sul notebook. Per questo motivo io li ho entambe, anche se, lo ammetto, lo smartphone ed Evernote sono il mio pane quotidiano.

 

  • PER GIOCARE questa opzione non fa al momento al caso mio, quanto invece quella dei miei figli. Indubbiamente loro prediligono giocare sul Tablet che … piazzano bellamente nella borsa della loro mamma ed all’evenienza è sempre pronto e carico ( smile ). Anche in questa fase è opportuno capire se il gioco è da considerarsi un “passa tempo” oppure un vero hobby con professionisti al seguito e competition dove invece è necessario un processore particolare.

 

  • PER PASSARE IL TEMPO ecco questa sezione fa al caso mio, se cerco una ricetta, un luogo da visitare o semplicemente se voglio fare networking, ogni strumento è utile e ottimo per me, qui, mi dilungo un attimo, in quanto questa attività per me è importante sia online che offline. Quindi … al di là dello strumento, ricordo che è importante vivere al meglio il presente.

 

notebook vs tablet

 

Ho iniziato questo blog post con un’analisi su me stessa non a caso, ho infatti analizzato i trend degli e-consumer presenti nel mio network, non ho fatto un’analisi di mercato ufficilale, che invece ho letto con piacere a questo link.

 

Ho chiesto a 10 donne (amiche dislocate sul territorio nazionale) la stessa cosa:

Domanda: Per scrivere un blog post preferisci utilizzare notebook o tablet?

Target di riferimento: donne – età 30/40 anni – residenti al nord, centro, sud Italia

 

Ecco cosa è emerso:

  • 8 su 10 utilizzano carta e penna per abbozzare idee (Nord – Centro – Sud)
  • 9 su 10 utilizzano il Tablet per scattare foto, prendere ispirazione, condividere articoli
  • 7 su 10 utilizzano il notebook ogni giorno (Nord) – Centro e Sud optano ogni giorno utilizzano unicamente lo smartphone

E’ stata una piccola indagine che mi ha permesso di confrontarmi e di comprendere che, quando si tratta di tecnologia la scelta è davvero soggettiva, soprattutto quando si parla di Brand specifici. Io ne ho sposato uno e … mai più senza!

Cosa utilizzi tu per lavorare, creare, passare il tempo … notebook o tablet?

 

The following two tabs change content below.
Laura
Donna, mamma, moglie, semplicemente me stessa! Sogno, penso, rifletto, salto nelle pozzanghere e tra le nuvole, vivendo d'emozioni. Tra tecnologia, famiglia e social sharing assaporo ogni emozione, sempre!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *