Hai mai provato i benefici di un massaggio sonoro?

Io per la prima volta ieri! E’ stata un’esperienza unica, che ripeterò presto. Coccolata dai suoni puri delle campane tibetane e di quelle di cristallo, mi sono affidata al mio amico e musicoterapeuta Erberto Mario Marino, e ho vissuto una pratica sonora veramente straordinaria. Sottolineo affidata perché sono convinta dell’importanza di fare trattamenti di questo tipo soltanto con professionisti estremamente preparati e persone in sintonia con nostro sentire.

 

massaggio sonoro rilassante

Vuoi sapere qualcosa di più?

Si tratta di massaggi sonori, quindi da vivere senza dubbio in prima persona, ma con un pizzico di immaginazione e con l’accompagnamento di questa traccia audio riuscirete a farvene un’idea e perché no… ad assaporare un po’ di quegli effetti positivi capaci di riarmonizzare il nostro sentire e di condurci a uno stato di benessere psicosomatico.

Pronti?

Per prima cosa clicca play a questo video girato nell’incantevole spiaggia di Riva Trigoso alcune settimane fa e dove potrete vedere Mario all’opera.

Anche solo ascoltandolo verrete assorbiti dai suoni puri delle campane di cristallo. Provare per credere 🙂

 

Ora, ti descriverò quello a cui io ho potuto assistere ieri.

Immagina di trovarti a bordo di una piscina, col mare davanti agli occhi, il tepore di una giornata estiva e la brezza del tardo pomeriggio. Da sfondo la straordinaria vegetazione ligure. Un connubio di colori, odori. Niente male.

Distesa su un lettino, chiudo gli occhi mi preparo ad accogliere la magia di questi suoni.

massaggio sonoro

Comincia il trattamento:

La prima campana tibetana viene posizionata sul mio corpo più o meno a livello dell’addome.  Non nego di essere un tantino curiosa ed emozionata. Mario inizia a suonarla, chiedendomi di ispirare nel momento in cui fa vibrare per la prima volta la campana. Poi tutto quello che devo fare è semplicemente respirare in maniera naturale per il resto della seduta. Ok, niente di complicato… Posso farcela 🙂

Le vibrazioni che creano le campane tibetane sono potenti e diventano un tutt’uno con il mio corpo. E’ incredibile la sensazione di essere avvolte da questi suoni.

Sento che Mario aggiunge poi altre campane, di volta in volta, spostandole nei vari punti energetici del corpo a seconda di come avverte le vibrazioni generate, capaci di indicargli quelle zone che richiedono un maggiore intervento sonoro.

Le vibrazioni create infatti si trasferiscono al fisico che immediatamente comincia a vibrare al suo interno e a cercare equilibrio a seconda del proprio stato e necessità.

Sono suoni a cui non siamo abituati, estremamente coinvolgenti e particolari, molto intensi.

“Attraverso le vibrazioni- spiega alla fine Mario- tutte le cellule del nostro corpo riacquistano la loro frequenza vibratoria naturale, armonizzando corpo e mente. In questo modo si rafforza il flusso della forza vitale nell’organismo e si migliorano le difese immunitarie. Chakra e campo energetico sono riequilibrati. L’intuizione e la percezione sono acuite, gli emisferi cerebrali tendono a sincronizzarsi, la negatività mentale ed emotiva è eliminata e si potenzia la creatività. Viene utilizzato il principio di risonanza per cui un corpo vibra per simpatia con altro corpo vibrante permettendo di intervenire sui centri energetici al nostro interno: i Chakra.”

Rieccoci a noi. Termina la prima parte del trattamento.

Mi accorgo che le campane tibetane riposano e lasciano spazio semplicemente all’ascolto delle campane di cristallo poste intorno a me.

Mi godo questa ultima parte della pratica restando immobile e in silenzio sul lettino, assorbita da un concerto di suoni puri che continuano a risuonare nello spazio e in me.

Quando non avverto più alcun suono Mario si avvicina e mi dice con estrema delicatezza di alzarmi solo quando lo desidero, con  calma e lentezza, portandomi prima su un fianco.

Mi prendo tutto il tempo che occorre. Apro gli occhi e lascio il lettino, uscendo a poco a poco da questa meditazione.

I suoni sono ancora con me. E vi resteranno per il resto della serata lasciandomi una strana sensazione di leggerezza generale.

Vado a dormire, e sono ancora con me.

Meraviglia della musicoterapia!

E tu, che mi dici? Hai voglia di provare un massaggio sonoro o di saperne qualcosa di più sulla musicoterapia?

Ti lascio con il link ad alcune tracce create dal nostro musicoterapeuta di fiducia  e naturalmente scaricabili gratuitamente. Clicca qui per ascoltarle!

Aspetto con gioia la tua esperienza ed accoglierò ogni tua domanda, se vorrai condividere questo articolo, sarà per me un vero piacere.

 

 

 

 

 

The following two tabs change content below.
MammaYoga
Mammayoga - Pillole di Pì. Un nome che nasce perché sono convinta dei benefici che lo yoga inteso come stile di vita possa avere sulla vita di ciascuno (perchè il tappetino è solo il punto di partenza per portare lo yoga nella frenesia delle nostre giornate), come la mindfulness, il respiro e i valori in controtendenza: c'è un disperato bisogno di atti di gentilezza e di amore senza secondi fini. Mi toccano i temi dell’essere donna e madre, e del benessere e armonia della persona a 360°. Non possono mai mancare un pizzico di leggerezza e ironia. Chi mi conosce sa che amo sorridere alla vita.

4 commenti su “L’esperienza unica del massaggio sonoro. Gli effetti benefici delle campane di cristallo e tibetane.”

  1. Pur nello scetticismo in me innato vi dirò che sono attratta da questo mondo dove la multisensorialità e’sovrana… E soprattutto credo moltissimo nella musicoterapia , ho visto i benefici che regala ad esempio ai disabili o anche solo a chi soffre una situazione depressiva , di ansia. Ora ascolto le tracce, ho due minuti di pausa e li trascorro con voi

  2. Al nido dove lavoro facciamo il massaggio sonoro sui bambini piccoli.
    Scegliamo musiche rilassanti, a volte con suoni naturali e accompagnati dalla musica massaggiamo i bambini. Si rilassano tantissimo e ci rilassiamo anche noi educatrici. È una di quelle attività che fanno bene all’anima!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *