E tu lo sai cos’è il filo rosso del destino? Ne hai mai sentito parlare? Io sono una delle tante o poche ?!!? … persone fortunate che, crede di aver scoperto chi sta dall’altra parte del mio “filo rosso”. Il Filo rosso del destino è una sorta di leggenda popolare, una credenza molto diffusa in Giappone, nel cui “succo” si racchiude ciò che io come ben sai chiamo Serendipity! 

Ogni persona che nasce, porta fin dalla nascita legato al proprio mignolo della mano sinistra un filo rosso che lo lega alla sua anima gemella. Un filo invisibile, impercettibile al tatto ma … che lega queste due anime fino al loro incontro, un incontro eterno. Sembra che questo filo, fin dall’origine sia lunghissimo, questo per permettere alle due anime, nonostante le peripezie della vita,  … di incontrarsi per poi riconoscersi e, non lasciarsi più.

Filo rosso del destino: credenza popolare, tu ci credi?

Puoi trovare tutte le informazioni relative a questa (a mio parere) fantastica leggenda su Sakura Magazine che dedica un intero articolo a questa “magia”. Oppure, guardare questo video, che ti regalerà molte emozioni, di questo ne sono sicura ma, guardalo fino alla fine, mi raccomando!

Tornando invece a noi, come ti ho anticipato, io ho proprio incontrato la mia “anima gemella”. Un rapporto empatico, profondo, indissolubile. L’anima gemella non è necessariamente la persona che sta al nostro fianco, non è necessariamente ed unicamente una … credo molto di più ad incontri “unici” l’unicità nei rapporti è fondamentale. Non voglio distorcere il senso della leggenda ma, sicuramente l’ho interpretata in base alla mia esperienza di vita. In base alla mia etica, al modo di affrontare la quotidianità.

Qui entra in auge l’affermazione provocatoria relativa ai “rami secchi“! Lo so che quando lo hai letto, ti sei chiesta “ma che cosa vorrà dire?!”. Ebbene, se … e dico “SE” scegliamo di vivere ascoltando il nostro cuore, le nostre emozioni allora vale anche la pena far fluire i nostri sentimenti e allontanare le persone che negativamente influiscono sul nostro essere.

Nella nostra quotidianità, nella vita, incontriamo persone destinate a percorrere molta strada al nostro fianco, persone di cui ci fidiamo, persone che prendiamo come punto di riferimento, maestri di vita. Persone che, ci insegnano … si cresce, si evolve e … ci si trova ad imboccare strade diverse. Questo non vuol dire che non siano state persone importanti per noi, affatto. Vuol dire che, crescendo … ci accorgiamo di avere bisogno di altro, che queste persone non sanno darci abbastanza o semplicemente che, noi non possiamo dare loro quello di cui hanno bisogno, in termini di emozioni ovviamente.

Scegliere “chi” tenere nella nostra vita è un atto di coraggio, vuol dire “cambiare” la prospettiva di noi stessi, di ciò che vogliamo  e desideriamo!

Mi piacciono le persone che della coerenza ne fanno il proprio mestiere. Mi piacciono le persone che decidono di esserci e veramente ci sono. I rapporti interpersonali ad intermittenza non mi sono mai piaciuti. Nel caso, preferisco staccare la spina … ovvero, tagliare i rami secchi.

Quel filo rosso mi lega non solo ad una persona; nulla avviene per caso, tutto, ma proprio tutto giunge nella nostra vita per un motivo, per insegnarci qualcosa … cose belle, meno belle, ma tutto lascia una traccia dentro di noi.

destino

Nel mentre la vita scorre, se non hai ancora incontrato la tua anima gemella, colui o colei che sta dall’altra parte del filo rosso del destino, non stare ferma immobile, vivi! E’ solo lungo il cammino della vita che, le cose belle accadono 🙂

Che ne pensi? Se ti fermi un attimo a riflettere sulla tua vita, sui tuoi incontri, sul tuo modo di vivere i rapporti, quelli veri però eh, non barare 😉  … cosa ne esce? Hai incontrato la tua anima gemella? Ami i rapporti veri e concreti, oppure, prediligi i rapporti ad intermittenza che, non implicano l’esserci sempre e costantemente?

Dopo esserti registrata (qui a destra) alla newsletter, mi piacerebbe leggere di te! Io oggi ho … un po’ come faccio sempre, ho pensato e riflettuto ad alta voce, ora tocca a te, guarda che ti aspetto eh ?!!?

Se ti è piaciuto questo articolo, se ti ho regalato almeno un sorriso o, ti ho regalato anche una piccola emozione, ti invito a condividere l’articolo, così da divulgare questi pensieri introspettivi e da poter crescere insieme sempre più numerosi.

Grazi per il tuo tempo!

A presto 🙂

The following two tabs change content below.
Laura
Donna, mamma, moglie, semplicemente me stessa! Sogno, penso, rifletto, salto nelle pozzanghere e tra le nuvole, vivendo d'emozioni. Tra tecnologia, famiglia e social sharing assaporo ogni emozione, sempre!

4 comments on “Filo rosso del destino e rami secchi”

    • Ciao Oltrechemamma, grazie per il tuo contributo! Si, talvolta è necessario. Lo dobbiamo a noi, quale sinonimo di amore per noi stessi, ed anche a chi ci ama ed è presente nella nostra quotidianità con trasparenza e dedizione. In ogni caso, al filo rosso del destino … credo fortemente 🙂
      Ti abbraccio cara!

  1. Quanto amo la storia del filo rosso del destino!
    Alcuni fili restano legati a noi per sempre, altri si incrociano e poi se ne vanno così come sono venuti, poi ci sono quelli che si spezzano e resta un po’ di tristezza, infine quelli che tagliamo noi.

    Ma comunque quei fili che arrivano nella nostra vita per poco e per tanto ci arricchiscono e ci rendono le persone che siamo.

    Certo è che a volte bisogna proprio avere il coraggio di lasciare andare. Ci sono persone con cui io non riesco e quando lo faccio penso comunque a loro…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *