Il lavoro, la casa, le attività sportive… sono tante le obbligazioni che fanno che non riusciamo a goderci un po’ di tempo di qualità insieme ai nostri figli! Trascorrere del tempo in famiglia non è sempre semplice, il grande quesito, qualità verso quantità.
Meno male, le vacanze estive stanno per iniziare e sarà l’occasione per passare un po’ di tempo in famiglia.

Se hai l’opportunità di avere alcuni giorni di ferie, è il momento ideale per rallentare il ritmo ed approfittare di questi belli momenti!

Un po’ di tempo di qualità in famiglia

Non c’è bisogno di provare a fare cose complicate per passare momenti in famiglia. Durante le vacanze, puoi ad esempio  approfittare di dilatare i tempi per la colazione, pranzo e cena. Se siete una famiglia di “dormiglioni” ;), puoi organizzare un brunch (è anche comodo cosi’ prepari solo due pranzi nella giornata invece di tre)!

Puoi proporre ai bambini di cucinare insieme a te (se non l’hai letto, dai un’occhiata al mio articolo “Cucinare con i bambini per adottare sane abitudini alimentari“. Potete anche giocare ai Lego tutti insieme, fare una bella passeggiata oppure  passare un po’ di tempo la mattina tutti quanti insieme nel letto dei genitori a  raccontarvi delle storie, farvi delle coccole, essere semplicemente là, tutti insieme.

Passare un po’ di tempo tutti insieme permette anche di rafforzare i legami familiari. I bambini ne hanno bisogno:  li aiuta a costruire una relazione di fiducia in se stessi e  li riassicura facendo loro capire che possono contare sui  genitori.

Tempo di qualità non significa semplicemente vivere l’uno accanto agli altri: un tempo di qualità è un tempo nel quale prendiamo il tempo di parlare, di dire “ti amo”, di dimenticare il tempo e la frenesia della settimana. Approfittare del istante, avere piacere a trascorrerlo tutti insieme. Per mostrare all’altro che lo vede, che lo ascolta, che è importante.

A volte, i  momenti migliori sono quelli ai quali ci si aspetta meno, quelli non previsti, che ci permettono di fare fare cose tutti insieme.

Vivere il presente

Non c’è nessun bisogno di  trasformarsi in un super animatori e neppure organizzare un’attività di origami  o di preparare una mega torta per la merenda, questi sono dettagli che possono arricchire il tempo, ma non ne determinano il valore.

Passare un po’ di tempo in famiglia significa anche non programmare tutto e lasciare spazio alla spontaneità.

Approfittare del momento presente,  non sempre  programmare tante attività, prendere il tempo di rilassarsi. Non c’è alcun bisogno di passare ore ed ore: può essere un tempo sfuggito dalla routine, oppure  condividere semplicemente la routine in modo diverso.

Interrompere quello che stai  facendo per  rispondere ad una domanda di alta importanza sui dinosauri, anche se è giusto per 5 minuti. Chiedere ai bambini  se hanno dormito bene ed ascoltarli realmente.

E’ importante prendere del piacere

Passare dei momenti in famiglia è piacevole finché è piacevole e si sta bene tutti insieme. Non fa parte del pack del super genitore perché non è obbligatorio, nessuno si deve sentire costretto perché è un tempo durante il quale il genitore è disponibile, all’ascolto, presente, felice di essere là!

Finalmente, per passare del buon tempo insieme, importa poco quello che stai facendo ma piuttosto in quale stato d’anima lo fai.

Io credo che la qualità del tempo valga di gran lunga molto di più della quantità. Adoro fare infinite cose con i miei bambini, scopro ogni attimo cose nuove di loro e di me stessa, come donna, come compagna e come mamma.

Rallentare e diluire i ritmi, questo l’obiettivo principale delle mie vacanze.

tempo in famiglia

Riassumiamo il tutto in 3 semplici punti:

  1. prendersi una pausa – rallentare i ritmi
  2. esprimere i propri sentimenti attraverso le azioni (esempio il gioco, un momento speciale) e le parole (ti voglio bene)
  3. vivere il presente, dedicare quell’attimo all’attività che stiamo compiendo, travolti da emozioni.

Qual’è l’obiettivo che vuoi raggiungere nelle vacanze estive? Come ami trascorrere tempo coi tuoi figli?

Grazie per aver letto di me e, spero di poter leggere anche io presto di te! Ricordati di iscriverti alla newsletter perché dopo l’estate, ne leggerai delle belle 😉  … parola di mamma!

 

The following two tabs change content below.
My Baby Planner
Sono Amelie Kerrouche, Baby Planner & Party Event Designer. Aiuto le famiglie proponendo consulenze e servizi in perinatalità, dalla gravidanza fino ai tre anni d’età dei bambini. Essendo attenta al mio stile di vita, ho deciso di specializzarmi con My Baby Planner nelle alternative “green”, più naturali e rispettose dei bisogni dei neonati e della mamma. Immagino, creo e organizzo anche feste, candy bar e sweet table sempre legati al meraviglioso mondo dell’infanzia. Quando ho un po’ di tempo, adoro disegnare, dipingere, creare e cucinare.

4 comments on “Trascorrere del tempo in famiglia: qualità o quantità?”

  1. Ciao. Io ho appena scritto un post sul tempo speso con i miei figli. Ne passò parecchio con loro ed è difficile separare il mio tempo dal loro. Cerco però di passare sempre tempo di qualità e non tempo e basta. Il tempo e la moneta più preziosa che abbiamo. ^_^

    • Ciao Raffaella, hai proprio ragione, il TEMPO è la moneta più preziosa che abbiamo! Purtroppo molte volte prese dalla frenesia ce ne scordiamo ma, l’importante è accorgersi e vivere al meglio il proprio tempo 🙂 Grazie per essere passata da qui ed averci raccontato di te 🙂

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *