Ecco il mio primo articolo da Guest Blogger per questo blog che ho visto nascere e crescere passo dopo passo con tenacia e determinazione. E’ per me un piacere condividere la mia esperienza con te, confrontarmi e poterti essere utile attraverso i miei articoli relativi al “Mondo kids” essendo una baby planner.

Quello che mi piace più di tutto fare a casa è cucinare con i bambini, i miei figli. Vorrei riuscire a trasmettergli il mio amore per la (vera) cucina o almeno aiutarli a evitare i cibi pronti e preconfezionati quando saranno grandi. Con me, stanno imparando che, troppo zucchero fa male, troppo sale anche …. l’olio di palma… non entra a casa (tra l’altro, proviamo anche a sostenere l’ambiente). No, non sono una mamma tirannica,  insieme, passiamo tanto tempo a scoprire nuovi sapori, fare tanti dolci sani e sopratutto ci divertiamo tanto, il ché per noi è un’elemento imprescindibile.

Cucinare con i bambini: come & perché

Cucinare insieme ai bambini è un buon modo per rafforzare i legami genitori/figli e per passare un po’ di tempo di qualità in famiglia. Qualunque sia la loro età, se imparano ad aiutare i genitori in cucina sin da piccoli, è molto probabile che quest’abitudine rimanga con il tempo.

Per fare si che l’esperienza sia piacevole e rispetti le regole di sicurezza, devi accertarti che i compiti corrispondano all’età e alle capacità di ogni bambino:

  • Decorare e imbellire: anche un bambino di due anni sarà felice di tagliare a pezzettini con le sue dita le erbette o di appoggiare la frutta su uno yogurt.
  • Misurare e versare: A tutti i bambini piace misurare gli ingredienti, per loro è come un gioco. Basta solo un cucchiaio per poter riempire un bicchiere di farina o di zucchero.
  • Mescolare bene: I bambini piccoli adorano vedere gli ingredienti trasformarsi, mescolando il latte con le uova o vedere che i liquidi insieme ai solidi si trasformano in bellissimi muffin.
  • Tagliare a pezzettini: Avere un compito « da grande » piace ai bambini. I più piccoli possono usare il coltello del burro per tagliare gli alimenti in tutta sicurezza !

Come tutte le attività,  preparare un piatto insieme ai bambini  necessita un po’ più di tempo e sopratutto di controllo. Tuttavia, considerando la preparazione di un pranzo o di una cena come un’attività familiare, puo’ diventare un vero momento di piacere .

Come organizzarsi per coinvolgere i bambini in cucina?

  • Fare partecipare i bambini nella scelta della ricetta, proponendo diverse ricette che gli piacciono oppure lasciandogli la libertà di scegliere tramite tre ricette. Se hai a portata di mano un libro con delle immagini è ancora meglio; possono avere un’idea concreta di quello che sarà il risultato finale.E’ anche l’occasione di proporre ai bambini un piatto nuovo per loro: cucinando, imparano in fretta a conoscerlo ed ad accettare più volentieri nuovi alimenti meno familiari.
  • Fare la spesa insieme a loro per procurarsi gli ingredienti indispensabili all’ elaborazione della ricetta e chiedere aiuto nella preparazione della lista. Una volta arrivati (al mercato, supermercato…) cogliete  l’occasione di spiegare come scegliere correttamente gli alimenti, nominare gli alimenti sconosciuti …
  • Preparare la cucina prima di chiedere ai bambini di raggiungerti. Ad esempio, pulire il piano di lavoro dove cucinerete, preparare gli ingredienti, il materiale e gli ustensili necessari. Devi scegliere utensili in base alle manipolazioni richieste e adatti all’ età di ogni bambino.
  • Separare gli ingredienti, materiale e utensili in base ai diversi passi della ricetta.
  • Prima di iniziare, lavatevi le mani tutti insieme.
  • Leggere la ricetta prima di iniziare. Approfittarne per spiegare il significato delle parole più tecniche.
  • Chiedere ai bambini di realizzare certi lavori in base alle loro capacità.
  • Quando avete finito, ringraziare i  mini chef per il loro aiuto, incoraggiarli (senza forzarli però) ad assaggiare le loro creazioni.

Puoi anche chiedere se riescono a riconoscere il sapore di un ingrediente in particolare: è un modo per aiutarli a sviluppare i loro gusti. Se possono annunciare con orgoglio « l’ho cucinato io », i bambini avranno ancora più piacere ad assagiare le loro creazioni culinarie.

Sai che puoi anche sviluppare l’interesse dei tuoi  figli per gli alimenti coltivando l’orto, disegnando o leggendo storie con diversi  tipi di frutta e verdura, visitando una fattoria didattica… ?

Acquisiscono conoscenze e competenze nel tempo, sempre grazie al gioco e con piacere. Non perderti anche questo articolo interessante: Giochiamo a puzzle

 

sane abitudini alimentari

E tu come organizzi il tuo tempo, nella tua quotidianità per creare e dare sane abitudini ai tuoi bambini? Cucinare con i bambini è davvero divertente! Ti va di raccontarmi la tua esperienza? Insieme possiamo fare cose belle con i nostri bambini, più le condividiamo e più creiamo benessere per tutti.

Se non l’hai ancora fatto, registrati per ricevere la newsletter, saranno presenti anche i miei articoli e tante news per te e il tuo bambino.

Ti aspetto 🙂

The following two tabs change content below.
My Baby Planner
Sono Amelie Kerrouche, Baby Planner & Party Event Designer. Aiuto le famiglie proponendo consulenze e servizi in perinatalità, dalla gravidanza fino ai tre anni d’età dei bambini. Essendo attenta al mio stile di vita, ho deciso di specializzarmi con My Baby Planner nelle alternative “green”, più naturali e rispettose dei bisogni dei neonati e della mamma. Immagino, creo e organizzo anche feste, candy bar e sweet table sempre legati al meraviglioso mondo dell’infanzia. Quando ho un po’ di tempo, adoro disegnare, dipingere, creare e cucinare.

18 comments on “Cucinare con i bambini per adottare sane abitudini alimentari”

  1. Che post stimolante! Non sono appassionata di cucina, ma anche io sin da quando erano piccoli i miei figli, cerco di coinvolgerli in ciò che faccio. Credo possa servire loro per essere poi indipendenti oltre che arricchire il loro bagaglio di emozioni e ricordi. Ci divertiamo un mondo e ridiamo tantissimo. E’ bello trascorrere del tempo insieme e creare solide basi per un futuro creativo e salutare!

    • Buongiorno Elena 🙂 Verissimo, condivido! E’ bellissimo trascorrere del tempo con i nostri bimbi. Per noi mamme lavoratrici non è semplice fare i conti con “i sensi di colpa” ma come spesso ci diciamo, puntiamo sulla qualità del tempo che trascorriamo con loro, piuttosto che sulla quantità 🙂

  2. Ma che belle le tue parole!
    Con Polpetta ci divertiamo a cucinare le torte, preparare le minestre osservando le verdure,coltiviamo qualcosa sul poggiolo nel nostro orto di casa.
    Quando facciamo la spesa scegliamo insieme le cose da mettere nel carrello e lui si sente un ometto.

    In fondo ci vuole così poco per renderli felici!

  3. Spesso pensiamo di fare cosa gradita ai bambini, facendoli partecipare alle attività di preparazione del cibo, e qualche volta è anche un sacrificio ritagliarsi del tempo per farlo…
    Secondo me invece loro fanno un gran servizio ai genitori, insegnando loro la lentezza e il piacere dei dettagli, delle piccole cose e dello stare insieme. Si dice che siamo ciò che mangiamo; forse siamo anche “come” mangiamo.
    Con loro mangiare non è solo introdurre cibo nel corpo, ma apprezzare il tempo che scorre e che trasforma gli ingredienti in pietanze.
    Che bella rubrica!

  4. La mia bambina è ancora troppo piccola per aiutarmi in cucina (ha solo 4 mesi!) Ma già mi segue dal suo seggiolone …passo per passo le spiego già cosa “prepariamo”. Allo stesso tempo sono madrina di un adorabile bambino di 5 anni che già da due si diverte con me in cucina. .lui è lo chef ed io l aiutante! Per il suo compleanno sceglie lui la torta (sulla base di foto che gli propongo…per lo più di frutta così si diverte con le decorazioni ) e poi la prepariamo insieme. Non c è cosa più bella di vedere la sua faccia a torta completata e quando ai suoi amichetti dice che l ha preparata lui! Momenti magici…

    • Ciao dolce Elisa … hai proprio ragione, sono davvero “momenti magici” … pura magia per loro e per noi! Grazie per essere passata … ti abbraccio forte 🙂 anzi, VI abbraccio forte 🙂

  5. Anche io trovo che cucinare assieme ai bambini siamo una bella esperienza.
    Loro si sentono grandi ad aiutare la loro mamma e si divertono tanto (un po’ meno noi quando dobbiamo pulire, ma fa parte del gioco!)

    • hahahaha concordo Silvia! Loro si sentono produttivi e responsabilizzati, noi, … ci divertiamo a guardarli. Per me è così, un tripudio di emozioni anche se poi, hai perfettamente ragione, sistemare tutto diventa un’impresa 🙂

  6. Cara Mammaonweb,
    Concordo con te. È bello divertirsi insieme ai bambini cucinando 🙂 Loro si sentono importanti e sono fieri delle loro creazioni … Non si rendono nemmeno conto in che stato hanno ridotto la cucina … Ahaha

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *